Desiderare

Succede questo: formuliamo il nostro desiderio, andiamo nel mondo e lo esprimiamo, il mondo non ci corrisponde. Rimaniamo frastornati, delusi, depressi, magari arrabbiati. Però dovrebbe funzionare così, ce lo dicono anche eminenti psicologi come Silvia Vegetti Finzi: “i desideri, se ben espressi non cadono nel vuoto ma, incontrando i desideri altrui, costruiscono la rete di scambi che anima il mondo”, ma spesso non accade. A quanti è capitato? Magari si desidera fare un determinato lavoro, abbiamo un sogno, desideriamo, studiamo, ci prepariamo, andiamo nel mondo e non riusciamo a realizzarlo. Penso che nell’Italia odierna stia capitando a migliaia di persone. Lo stesso capita in amore, di recente ho letto molto sulle donne “single”, anche loro formulano il loro desiderio di incontrare un uomo, sognano, desiderano, vanno nel mondo e questo non accade. Desiderare, che cosa c’è di più bello? E che cosa c’è di più brutto di un desiderio che non si avvera? Quanti desideri non si sono avverati nelle nostre vite? E come abbiamo fatto a convivere con queste delusioni, quanti pezzi di cuore abbiamo perso in questo processo? È doloroso non realizzare i propri desideri eppure avviene spesso, chiniamo la testa e andiamo avanti, ma come si fa ad andare avanti se i propri desideri non possono realizzarsi?